Dietro le quinte

June 30, 2016

 

Passerelle, file di giornalisti e spettatori, installazioni, luci, modelli: questo per tutti, o meglio per molti, è la sfilata. La realtà è ben diversa. La preparazione di una collezione è un lavoro di sei mesi che coinvolge tutti i dipartimenti di un’azienda di moda.

Si inizia con il direttore creativo che, insieme al suo staff, sceglie una tematica, traccia delle linee e dà il via ad un complesso e lungo processo. Queste linee guida arrivano all’ufficio del product manager, il quale insieme ai suoi collaboratori dovrà comprendere e analizzare le idee del creativo e trasferirle in collezione. Il lavoro dell’uomo prodotto consisterà poi nel scegliere i colori, compito delicatissimo, comporre dei mood board che guideranno le varie linee e disegnare i prototipi. A questo punto, dopo esser stato discusso il tutto con il general merchandising e definiti i prezzi, si produrranno i prototipi che, una volta realizzati, verranno “sdifettati”. Nel momento in cui il p.m. valuta che i capi sono pronti, si partirà con la produzione vera e propria. Solo a questo punto inizierà il delicatissimo compito di scegliere gli outfit che usciranno in sfilata, e definiranno lo show.

Finita la sfilata entra di nuovo in gioco il product manager, il quale decide quali e come esporre i capi in showroom, per presentarli ai vari buyers. A questo punto i capi di collezione scelti verranno mandati nei vari negozi e quindi venduti.

Da queste poche righe si capisce quanto lavoro ci sia dietro alla realizzazione di una collezione e con l’occasione volevamo ringraziare le aziende di confezione che ci hanno ospitato questa settimana: Belvest, Forall Pal Zileri, Inco, le quali ci hanno avvicinato a questo vasto processo, sensibilizzandoci e rendendoci partecipi di un mondo molto complesso.

Marta L.

 

 

 

 

Catwalks, crowds of journalists and viewers, installations, lights and models: for almost everyone that’s the fashion show. But reality is quite different and the mechanism behind these shows are way more complicated. The collection realization takes about six months and engages each department of a fashion firm.

Everything starts from the creative director and his staff, which decide a theme and draw the guidelines of a complex and long process. The main idea goes to the product manager's office, which needs to analyze all the information given and understand what the creative director would like to communicate through the collection. The product manager’s work will consist in choosing colours, composing mood board and sketching the prototypes. After a meeting with the menchadising general manager, the prices are set and the prototypes will be produced and fixed. When the product manager decides that items are ready, it will start the production of the collection.

Only in this moment will start the delicate task to decide which outfit will walk the catwalk.

After the fashion show the product manager job begins againg. He has to decide which items will be exibith in the showroom for buyers and showroom layout. At the end of this, the choosen items are sent to stores to be bought.

From this small introduction, it’s easy to understand how difficult and long is the realization of a collection, so we would like to thank BelfastForall Pal Zileri and Inco which hosted us and helped us to understand this unique word.

Please reload

Fondazione Biella Master

delle Fibre Nobili

© 1986 Fondazione Biella Master delle Fibre Nobili

  • Instagram Social Icon
  • LinkedIn Social Icon