Quando il fashion incontra il design: Salone del Mobile 2016

April 18, 2016

 

Ieri 17 aprile 2016 si è conclusa la 55esima edizione del Salone del Mobile di Milano. Nato nel 1961 per promuovere le esportazioni italiane di mobili e dei suoi complementi, oggi rappresenta la principale fiera nel settore in ambito europeo ed è diventata un evento di riferimento per conoscere le future tendenze del mercato nel design, nella tecnologia, nell’innovazione ma soprattutto nel rapporto tra uomo e macchina.

Durante i sei giorni di fiera le vie di Milano prendono vita popolandosi di eventi che fanno da complemento al Salone del Mobile. Nasce così il Fuori Salone, una serie di manifestazioni che si svolgono in tutta la città ma hanno il loro punto di partenza  nella cosidetta zona Brera.

Anche molte aziende Fashion hanno partecipato al Salone del Mobile facendosi contaminare da aziende di arredamento come Ermenegildo Zegna, con il progetto intitolato “Barrique, la terza vita del legno” per il riciclo e il recupero di botti o come Louis Vuitton che ha fatto realizzare una chaise longues dal disegnatore d’interni Marcel Wanders. Altri hanno voluto mettere in evidenza l’artigianalità dietro i propri prodotti iconici come Burberry, Stone Island e altri ancora come Armani, Roberta Cavalli e Versace, che già hanno una linea dedicata alla maison, hanno approfittato di questo evento per lanciare la nuova collezione. Da citare anche Missoni per la realizzazione di un paesaggio di mini-architetture ricoperte di tessuti di maglia che rappresenta benissimo come il mondo dei tessuti si possa fondere con quello del design grazie a luci e tridimensionalità.

Questo Salone del Mobile ci ha dimostrato ancora una volta quanto sia importante la contaminazione tra ambiti diversi per lo sviluppo di nuove idee e di come la novità sia l’unica pulsione verso il futuro, ricordandosi che questo cambiamento debba essere capace di mettersi a misura d’uomo.

Roberta

 

 

Yesterday, April 17th 2016, the 55th edition of Milan Design Week ended. Born in 1961 to promote the export of Italian interior design and its complementary furnishing, is now the main European trade fair in this sector and has become a key event for future market trends in design, technology, innovation and above all in the relationship between man and machine.

During the six days of fair, Milan streets come alive and bustling with events that complement the Design Week. That’s how the Fuori Salone has born, a set of events taking place throughout the city and have their starting point in the so-called “Brera area”.

Lots of Fashion Industries participate at Milano Design Week, some creating contamination between fashion and interior design, as Ermenegildo Zegna, with the project entitled "Barrique, the third life of wood" for recycling and recovery of barrels, or Louis Vuitton who exhibits a chaise longues created by the famous interior designer Marcel Wanders. Some others, highlighting the craftsmanship behind their iconic products, such as Burberry and Stone Island.  And companies, who already have home line, as Armani, Roberto Cavalli and Versace launch the new collection.

Fascinating is, also, the installation of Missoni, which realise a mini-architectures landscape covered by knit fabrics. This shows how design could be mixed in an innovative way with fabrics.

This Design Week has shown once again how important is the contamination between different areas to improve the development of new ideas and how innovation is the only drive toward the future, remembering that changing should be able to put on a human scale.

Please reload

Fondazione Biella Master

delle Fibre Nobili

© 1986 Fondazione Biella Master delle Fibre Nobili

  • Instagram Social Icon
  • LinkedIn Social Icon