Law & Art

January 22, 2020

 

Scroll down for English version

 

L’arte e il diritto. Solitamente si definisce il diritto come un’arte e forse si potrebbe anche parlare del fare arte come di un diritto imprescindibile per l’uomo. 

Una premessa particolare questa per introdurre l’incontro che, lunedì 16 dicembre, è avvenuto fra i masterini e l’avvocato Giuseppe Iannaccone. 

Per la prima volta i ragazzi del Biella Master si sono recati presso il suo studio legale sito a Milano per avere uno scambio, un dialogo con una persona che risulta essere fra i più importanti professionisti del settore, oltre che, appunto, grande amante del mondo dell’arte. L’avvocato Innaccone è difatti un importante collezionista, particolarmente appassionato dell’arte figurativa dell’Italia degli anni 30 e della scena contemporanea internazionale.

 

Quello che è nato come un incontro per conoscere quella che è la professione di un avvocato specializzato in diritto commerciale, societario e penale finanziario, è divenuto poi un momento di trasmissione della sua sconfinata passione per l’arte. Lo studio è esso stesso una galleria, dove attualmente sono esposti alcuni dei più importanti artisti del panorama internazionale, da Wangechi Mutu a Kara Walker, da Toyin Ojih Odutola a Schirin Neshat.

 

Una riflessione è sorta spontanea: l’arte che ha collezionato il sig. Innaccone non è solo bella nel senso più estetico del termine, ma è vera, concreta, spesso collegata indissolubilmente con realtà scomode, faticose da vedere e da affrontare. E’ qui il legame profondo fra la professione e la passione: mostrare ciò che è vero, che sia in un’aula con il diritto dalla propria parte, o che sia appeso a un muro con solo tela e colori che parlano. Parole in immagini spesso brutali da vedere, dolorose, ma che parlano di diritti, appunto, e di verità. Una verità nascosta, celata dietro a un velo di falsità o di perbenismo diffuso. Una verità che è realtà e che come tale ha il diritto di essere mostrata, che sia dal professionista o dall’uomo.

 

 

 

 

 

 

Art and law. Law is usually defined as an art and perhaps one could also speak of making art as an indispensable right for man.

This is a particular premise to introduce the meeting that took place on Monday 16th of December between the students and the lawyer Giuseppe Iannaccone.

For the first time the students of the Biella Master went to his law firm located in Milan to have an exchange, a dialogue with a person who turns out to be among the most important professionals in his sector, as well as being a great lover in the world. art. In fact, the lawyer Innaccone is an important collector, particularly passionate about the figurative art of Italy of the 1930s and the international contemporary scene.

 

What started as a meeting to get to know what is the profession of a lawyer specializing in commercial, corporate and financial criminal law, then became a moment of transmission of his boundless passion for art. The studio is itself a gallery, where some of the most important artists on the international scene are currently exhibited, from Wangechi Mutu to Kara Walker, from Toyin Ojih Odutola to Schirin Neshat.

 

A reflection arose spontaneously: the art that collected Mr. Innaccone is not only beautiful in the most aesthetic sense of the term, but it is true, concrete, often inextricably linked with uncomfortable realities, difficult to see and deal with. Here is the profound link between profession and passion: showing what is true, whether it is in a classroom with the right on one's side, or hanging on a wall with only canvas and colors that speak. Words in images often brutal to see, painful, but that speak of rights, indeed, and truth. A hidden truth, hidden behind a veil of falsehood or widespread respectability. A truth that is reality and that has the right to be shown, whether by the professional or by man.

 

 

 

 

 

 

 

Please reload

Fondazione Biella Master

delle Fibre Nobili

  • Instagram Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

© 1986 Fondazione Biella Master delle Fibre Nobili