The Wool Box Company: la rinascita delle lane europee

February 8, 2017

 

In una giornata polare, ci siamo recate a Miagliano nei locali innevati dell’ex cotonificio Poma per conoscere il signor Nigel Thompson e scoprire il suo centro di raccolta lane The Wool Box Company, attività imprenditoriale innovativa tanto nel panorama laniero biellese quanto nel mondo delle imprese ecosostenibili.

 

Nigel, originario di Bradford, storico centro di lavorazione della lana, è arrivato a Biella 40 anni fa per dedicare la sua vita a questa importante fibra.

Nel 2009, ha deciso di avviare un progetto per fornire un servizio agli allevatori europei che vogliono trasformare la lana delle loro pecore in prodotto finito.

 

Oggi la maggioranza delle pecore europee viene allevata solo per la carne e per il latte, allevamenti medio – piccoli (100/200 capi) e la produzione laniera corre il rischio di essere abbandonata. The Wool Box Company recupera le lane autoctone trasformandole in filati per la produzione artigianale e diffonde la cultura delle fibre grezze promuovendo corsi di formazione sulle caratteristiche e l’utilizzo della lana.

Questo progetto dà la possibilità ai produttori locali di recuperare materiale impropriamente considerato di “scarto” e contribuisce a dare vita a microeconomie sostenibili all’interno dei contesti rurali.  Tramite le attività di divulgazione punta a creare un pubblico di consumatori consapevoli, come li definisce Nigel, "consum-attori", in grado di apprezzare questo meraviglioso prodotto antico, naturale ed ecosostenibile.

 

Vorremmo ringraziare il signor Nigel per averci dato la possibilità di visitare the Wool Box Company e di scoprire il suo interessante progetto; vorremmo inoltre ringraziarlo per averci fornito del materiale che utilizzeremo per il futuro allestimento dello stand del Master al salone Filo del 22 e 23 Febbraio 2017.

 

 

 

It was a freezing day when we went to Miagliano, in the snow-clad buildings of the former cotton mill Poma, to meet Nigel Thompson and discover his wool collecting station, the Wool Box Company.

An innovative business for the local wool production scenery and the domain of pioneering sustainable enterprises.

 

Nigel, born in Bradford, historical centre of wool production, settled in Biella at the age of 16 and after devoting 30 years of his life to this important fibre, in 2009, decided to set up a project to enable European farmers to transform the wool of their livestock in marketable yarns.

 

Today, the majority of the European sheep is used for alimentary products as milk and meat and the fibre runs the risk of being abandoned.

The Wool Box Company transforms autochthons wools into beautiful yarns for handmade manufacturing, allowing local producers to exploit their animals’ fibres (today improperly dispose of as waste) and giving impulse to the creation of sustainable microeconomic systems within rural contests.

The project also promotes training on the use of wool to spreads the culture of raw fibers and create an acknowledgeable consumer base, that Nigel calls "consum-actors", able to appreciate this wonderful ancient product, both natural and environmentally friendly.

 

We would like to thank Mr. Nigel for giving us the opportunity discover its interesting project and also for giving us some materials to design our future stand at the exhibition Filo the 22 and 23 of February.

 

 

 

 

 

Please reload

Fondazione Biella Master

delle Fibre Nobili

© 1986 Fondazione Biella Master delle Fibre Nobili

  • Instagram Social Icon
  • LinkedIn Social Icon