Tre giorni nell'eccellenza toscana

June 21, 2017

 

 

Il 14 e il 15 giugno siamo state immerse nella dinamica e creativa atmosfera che anima Fortezza da Basso durante l’evento di Pitti Uomo.

Pitti è un evento di fama Internazionale ormai giunto alla sua 92° edizione; durante queste due giornate abbiamo potuto vedere e capire da vicino le dinamiche di questa fiera, respirare le nuove tendenze Uomo 2018 ed entrare nei vari stand, il primo giorno in veste di visitatrici, il secondo come supporto ad Aziende del settore.

Ospitate da The Woolmark Company, Luciano Barbera e Herno, durante la seconda giornata abbiamo avuto l’opportunità di capire meglio il mondo di ricerca stilistica e abilità commerciale che ruota attorno al prodotto finito, mentre l’impatto del primo giorno è stato quello di osservare e assimilare le novità di prodotto nell’abbigliamento maschile; tra queste annotiamo un grande utilizzo del rigato, sviluppato in ogni sua dimensione, anche stravagante, un ritorno alle linee del trench Paltò per la parte più classica ed invece l’innovazione della pocket jacket per soddisfare i ritmi e le esigenze dei business-men cittadini.

La felpa iconica viene invece tradotta in maglia, il blazer in tessuto tecnico e bermuda e sandali sostituiscono pantaloni classici e stringate di pelle, in un perfetto mix di eleganza e stile casual.

Infine abbiamo potuto constatare come l’uomo, sempre con più frequenza, attinga tessuti dal mondo della laneria, ideali per effetti armaturati 3D che portano novità e freschezza.

 

Venerdì siamo invece state ospitate dal Lanificio Faliero Sarti, azienda storica specializzata nella produzione di tessuti di alta moda e pret-a-porter situata a Campi Bisenzio, nel bacino pratese.

Questa azienda venne fondata nel 1949 da Faliero Sarti, figura illuminata che capì come ci fosse bisogno di differenziarsi dagli altri competitors. Egli infatti, in un panorama di lane cardate e rigenerate, prese la decisione di selezionare sempre più le materie prime, prediligendo fibre nobili di maggiore finezza e cura durante i processi produttivi. Fu inoltre il primo a introdurre a Prato la lavorazione dei tessuti a maglia jersey. Il Lanificio fu quindi quasi interamente verticalizzato e strutturato con una propria sala tessitura comprendente circa 30 telai a pinza, per lavorare le diverse tipologie di filati, e macchine per finissaggi innovativi in grado di soddisfare ogni esigenza.

Oggi il nipote di Faliero, Maurizio Sarti, porta avanti con passione questa realtà di eccellenza e artigianato, ed è grazie a Lui, ed al suo supporto come sostenitore del Master, che è stato possibile organizzare questa visita. La sorella Monica si occupa invece della divisione accessori.

Approfittiamo quindi per ringraziare le Aziende ospitanti di Pitti e Maurizio Sarti per la loro disponibilità e gentilezza.

 

Questi giorni carichi di nuove esperienze sono stati chiusi egregiamente il pomeriggio di venerdì 16, grazie alla visita di una mostra sulla storia del Costume e della Moda presente a Palazzo Pitti.

L’esibizione, intitolata Il Museo effimero della Moda, è stata inaugurata con l’inizio di Pitti Uomo 92 e sarà visitabile fino al 22 ottobre: un’esposizione ricca di pezzi selezionati dalla metà Ottocento fino ai giorni nostri, che consigliamo di non perdere!

 

 

 

On the 14th and 15th of June, we have been fascinated by the creative atmosphere of the Fortezza da Basso during the Pitti Uomo event.

The Pitti is an Internationally renowned event that has now reached its 92nd edition. During these two days we could see and understand closely the dynamics of this fair, breathe the new 2018 menswear  trends and enter into various stands, the first day as visitors, the second as guests of 3 companies.

 

While the first day's impact was to capture the different trends in men's clothing. Seing novelties such as the great use of stripes, the return of the Paltò trench for the most classic outfits and the innovative pocket jacket, knitwear in substitution of the iconic sweatshirt and  technical and ultra light blazer and sandals replacing trousers and leather shoes in a perfect blend of elegance and casual style.

The second day, hosted by The Woolmark Company, Luciano Barbera and Herno, we experienced the world of stylistic research and the business aspects revolved around the finished product

Finally, we realized that menswear, always more frequently, draws fabrics from the world of woman design, ideal for 3D armored effects that bring newness and freshness.

 

On friday we are hosted by Lanificio Faliero Sarti, a historic company specializing in the production of high fashion fabrics and pret-a-porter fabrics located in Campi Bisenzio, in the Prato district.

This company was founded in 1949 by Faliero Sarti, enlightened man that understood how to diversify his Company from the other ones. In fact, in a panorama of carded and regenerated wools, he made the decision to select more and more raw materials, preferring noble fibers and care during production processes, and was the first one to introduce jersey knit fabrics to Prato. The Lanificio was then almost completely verticalized and equipped with its own weaving room, which included 30 basic caliper weaving machines to work on various types of raw materials and yarns, and innovative finishing machines that can satisfy every need.

Today is the nephew of Faliero, Maurizio, to pass on with passion this reality of excellence and craftsmanship, and it is thanks to him, and to his support as Sponsor of the Master, that it was possible to organize this visit.

We therefore take advantage of thanking the hosting companies of Pitti and Maurizio Sarti for their willingness and kindness.

 

These days of new experiences have been very well closed in the afternoon of Friday, 16th, thanks to the visit to the exhibition on the history of Costume and Fashion at Palazzo Pitti.

The exhibition Il Museo effimero della Moda was inaugurated at the beginning of Pitti Uomo 92 and will be open until October 22nd: a collection of selected pieces from the mid-nineteenth century to the present which we recommend not to miss!

Please reload

Fondazione Biella Master

delle Fibre Nobili

© 1986 Fondazione Biella Master delle Fibre Nobili

  • Instagram Social Icon
  • LinkedIn Social Icon