The curious case of Combed Wool

February 18, 2019

 

Scroll down for English version

 

 

Abbiamo recentemente concluso la nostra prima esperienza in filatura pettinata. Ringraziamo sentitamente Filatura Luisa, Successori Reda e Zegna Baruffa Lane Borgosesia, che ci hanno ospitato presso i loro stabilimenti e che hanno risposto ad ogni nostra domanda con pazienza, passione ed entusiasmo.

Durante lo stage abbiamo imparato che attraverso tale processo di lavorazione le fibre lunghe diventano un particolare filato, potenzialmente resistente e anche molto fine, come le fibre che lo compongono. Nello specifico, il processo garantisce un filato d’ alta qualità: in alcuni casi poco peloso e quindi adatto alla realizzazione di tessuti pregiati di mano asciutta e liscia; in altri più peloso, morbido e quindi destinato alla maglieria.

Ogni giorno abbiamo avuto l’opportunità di osservare in prima linea le principali operazioni che caratterizzano questa particolare lavorazione, arricchendo le conoscenze teoriche con quelle pratiche, e lasciandoci incantare dalla profonda passione che circonda i reparti e che nutre gesti di operatori, assistenti e dirigenti.

 

 

 

 

 

 

 

Abbiamo seguito il nastro di lana pettinato, il top, confezionato sotto forma di bump: esso viene inizialmente lavorato in macchinari di preparazione, che lo stirano ed accoppiano ad altri nastri, parallelizzando le fibre, e poi pettinato nelle pettinatrici eliminando fibre corte e impurità.

Viene preparato “in grosso” attraverso stiratoi e successivamente “in fino” attraverso una speciale macchina, il finitore frottatore, che lo trasforma in stoppino.

In un filatoio ad anello lo stoppino diventa finalmente filato, che dalla spola passa su rocca mediante roccatrice, una macchina in grado anche di eliminare i difetti mediante stribbiatura.

 

Recently we concluded our experience in worsted spinning. We would like to express our sincere thanks to Filatura Luisa, Successori Reda and Zegna Baruffa Lane Borgosesia who hosted us and who answered every question with patience, passion and enthusiasm.
During our internship, we learned that through this process we can turn long fibers into a smooth, regular and thin yarn. Specifically, combing spinning guarantees high-quality yarns. If it’s nappy and soft, it is earmarked for knitwear; quite the opposite it is used for weaving. 
Day by day, we observed all the steps of the combing spinning process on the front line, enriching theoretical knowledge with practical ones. We let ourselves be enchanted by the deep passion which surrounds all departments and nourishes every single gesture of workers, assistants and managers.

Initially, the fibers arrive in the form of "tops", ready to be worked in the preparation machines, whose action is to produce the blend; then the combing machine removes short fibers and impurities and parallelizes the fibers. 
Afterwards, it is processed by many drawing machines and at the end by a special one, the cleaner, which turned ribbons into roves.
Ring spinning frame converted a rove into yarn, packaged first in the form of a spool and then of a cheese through a winder machine.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Please reload

Fondazione Biella Master

delle Fibre Nobili

© 1986 Fondazione Biella Master delle Fibre Nobili

  • Instagram Social Icon
  • LinkedIn Social Icon