top of page

Alla scoperta di Caruso

Nel mese di aprile i masterini della XXXIII edizione del Biella Master Fibre Nobili hanno completato le loro attività nell’ambito dello stage relativo alla confezione di capispalla e pantaloni presso la rinomata realtà di Caruso Menswear, a Soragna, in provincia di Parma.

Fondata nel 1958 dal sarto napoletano Raffaele Caruso e acquisita nel 2009 dalla famiglia Angeloni, per poi passare nuovamente di proprietà al fondo d’investimento cinese Fosun nel 2017, l’azienda può essere definita  a pieno titolo una fabbrica sartoriale. Grande è infatti l’attenzione dedicata alla confezione di ciascun capo, che, grazie all’expertise degli oltre 300 operatori che vi lavorano, assume le fattezze di un capo di fattura realmente sartoriale. L’azienda ha una sua etichetta che promuove specialmente nel mercato italiano, tramite piccoli rivenditori nel segmento del lusso, ma collabora anche in qualità di façonnista per le grandi maison del gruppo LVMH, nei confronti delle quali negli anni ha acquisito grande affidabilità fino a diventare un partner chiave nelle loro catene di approvvigionamento.

Durante il loro periodo di permanenza, i masterini hanno potuto immergersi nei vari meandri della realtà aziendale, secondo quelli che erano i loro interessi a livello professionale.

Andrea ha avuto la possibilità di affiancarsi all’ufficio di pianificazione industriale il primo giorno e a quello di tempi e metodi, nell’ambito del reparto produttivo, il secondo.

Clara e Lara, invece, durante da loro permanenza sono state seguite dall’ufficio di customer service la prima giornat, per poi dedicarsi alla parte di progettazione e ricerca prodotto il giorno successivo.

Morena ha avuto modo di approfondire le sue conoscenze nell'ufficio modellistica e modellazione 3D e successivamente nell' ufficio prodotto, nonché vedere e provare in prima persona a realizzare l'asola a mano insieme a Giorgia.

Infine Giorgia e Ilaria, hanno avuto la possibilità di confrontarsi e osservare da vicino la scelta di filati e bottoni abbinati al capo; il giorno successivo si sono invece dedicate alla ricerca tessuti all’interno dell’ufficio prodotto.

Ringraziamo di cuore questa splendida realtà, che da anni dona ai masterini la possibilità di vedere più da vicino il meraviglioso mondo della confezione e soprattuto del Made in Italy.



Discovering Caruso


In April, the students of the XXXIII edition of the Biella Master Fibre Nobili completed their activities as part of the internship related to the manufacture of outerwear and pants at the renowned Caruso Menswear, in Soragna, in the province of Parma.

Founded in 1958 by Neapolitan tailor Raffaele Caruso and acquired in 2009 by the Angeloni family, and then passed back into the ownership of the Chinese investment fund Fosun in 2017, the company can be defined in its own right as a tailoring factory. Indeed, great attention is paid to the making of each garment, which, thanks to the expertise of the more than 300 workers who work there, takes on the features of a truly tailor-made garment. The company has its own label, which it promotes especially in the Italian market, through small retailers in the luxury segment, but it also collaborates as a façonnist for the big maisons of the LVMH group, towards which over the years it has acquired great reliability to the point of becoming a key partner in their supply chains.

During their time there, the masterini were able to immerse themselves in the various aspects of the company's reality, according to what were their interests at the professional level.

Andrea had the opportunity to join the industrial planning office on the first day and the time and methods office, within the production department, during the second one.

Clara and Lara, on the other hand, during their time there were supervised by the customer service office the first day, and then devoted themselves to the design and product research part the next day.

Morena had the opportunity to deepen her knowledge in the modeling and 3D modeling office and then in the 'product office, as well as see and try firsthand how to make the buttonhole by hand together with Giorgia.

Finally, Giorgia and Ilaria, had the opportunity to compare and observe closely the choice of yarns and buttons matched to the garment; the next day they instead dedicated themselves to fabric research inside the product office.

We sincerely thank this magnificent reality, which for years has given the masterini the opportunity to see more closely the wonderful world of tailoring and, above all, of Made in Italy.


Comments


bottom of page